IpermetropiaNell'occhio ipermetrope con ACCOMODAZIONE rilassata, l'immagine di un oggetto posto all'infinito non si forma sulla retina bensì dietro di essa. L'occhio è come fosse "troppo corto" o "poco potente".

Se l'ipermetropia è di grado debole e/o il soggetto molto giovane, quando guarda un oggetto lontano il cristallino accomoda per compensarla, ottenendo anche una discreta od addirittura una buona visione.
Questo provoca fatica e soprattutto in soggetti giovani potrebbe anche passare inosservata, qualora non siano effettuati dei periodici controlli annuali della vista. Meglio ancora, effettuare un'ANALISI VISIVA dall'OPTOMETRISTA.

Il soggetto ipermetrope quando si applica da vicino, deve effettuare uno sforzo accomodativo maggiore rispetto a quello richiesto da un soggetto EMMETROPE.

Bisognerà pertanto fare molta attenzione ai ragazzi nei periodi scolastici, che non presentino cattivo rendimento e difficoltà ad applicarsi nello studio. Infatti, questo potrebbe essere l'indizio dell'esistenza di una cattiva visione da vicino. Le difficoltà di apprendimento e la svogliatezza nello studio sono pertanto, in questo caso, riconducibili, ad un'effettiva difficoltà a mantenere un'agevole VISIONE da vicino protratta nel tempo.